Home

Menu principale

Home
Contattaci
WebMail
Cerca

Alternanza Scuola-Lavoro

Login Form

Gli uomini passano le idee restano
lunedì 28 maggio 2012

 

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 28 maggio 2012 )
 
XV Giornata dell' Arte e Creatività Studentesca
lunedì 28 maggio 2012

Giornata dell'Arte e della Creatività studentesca: la CPS già al lavoro per un'edizione sempre più rispondente ai bisogni dei giovani e della società

L’annuncio della Consulta Provinciale degli Studenti di Udine non deve stupire, ma vuole far riflettere. L’edizione 2012 della ormai collaudata “Festa dello Studente” va in stand-by per una serie di ragioni. Gli studenti durante l’Assemblea plenaria svoltasi a Palazzo Belgrado il 15 Febbraio scorso ha deciso, all’ unanimità di rinviare l'edizione della Giornata dell'Arte e della Creatività studentesca in programma quest’anno.

Alla base della decisione un progetto per rendere biennale l’iniziativa, nonché una articolata disamina degli aspetti congiunturali del momento, come illustra la presidente della CPS Eugenia Rosso: “Il momento critico della nostra economia rende ineludibile una riflessione in merito all'impiego di risorse pubbliche anche da parte della Consulta Provinciale degli Studenti, creando l'esigenza di una riqualificazione della spesa in rapporto alla qualità dei progetti finanziati”.

“La coraggiosa decisione della CPS testimonia il grande senso di responsabilità degli Studenti e la loro reale ed effettiva partecipazione ai problemi del Paese mediante un’azione locale di analisi e razionalizzazione” ha commentato il dott. Pietro Biasiol Dirigente dell’ Ufficio Scolastico Provinciale di Udine

Le ultime cinque edizioni della Giornata dell'Arte e della Creatività studentesca hanno decretato un indubbio successo di pubblico e di risonanza mediatica della manifestazione.

“La buona riuscita della manifestazioneè da ricondurre almeno parzialmente al "format" sviluppato e perfezionato nel corso di questi anni di lavoro – afferma il prof. Emanuele Bertoni docente Referente della Consulta Provinciale degli Studenti. - l’entusiasmo, la disponibilità e il lavoro svolto dagli studenti sono stati la vera chiave del successo. Una serie di "buone pratiche" organizzative a partire dalla dislocazione delle attività e dall’organizzazione delle medesime, nonché la sinergia con istituzioni e realtà associative vicine al mondo dei giovani, la comunicazione istituzionale e la promozione della giornata presso il pubblico degli studenti hanno decretato la crescita costante dell’evento”.

L’esito della sinergia tra i vari soggetti ha avuto una ricaduta significativa in termini di partecipazione responsabile: 6 mila ragazzi, la totalità delle scuole della provincia di Udine, oltre 30 realtà associative, eventi sportivi cha hanno coinvolto oltre 40 squadre di atleti.

Una possibile ricorrenza biennale della manifestazione potrebbe rendere più interessante e stimolante lo svolgimento e la partecipazione per il pubblico degli studenti, conformandosi peraltro al mandato biennale dei rappresentanti presso la Consulta Provinciale degli Studenti.

 
Attentato Brindisi - Messaggio del Ministro
venerdì 18 maggio 2012

 

Care ragazze e ragazzi,


vi scrivo come Ministro, come padre ma soprattutto come italiano a voi che rappresentate il futuro del nostro Paese. Oggi siete stati selvaggiamente colpiti, per la prima volta nella nostra pur travagliata storia unitaria e repubblicana, davanti ad un edificio pubblico nel quale vi stavate recando sicuri di essere protetti, per imparare a diventare cittadini. Capisco dunque che dentro ciascuno di voi e tra i vostri amici e compagni di classe possa nascere, assieme al dolore per la morte assurda della vostra compagna, un sentimento di sgomento per essere stati aggrediti lì dove non doveva succedere. Il vostro sgomento è quello di tutti. Colpire da vigliacchi una scuola è infatti colpire l’Italia intera, perché lì si forma il suo futuro. Dovete credermi, sento profondamente questa responsabilità e con me tutto il Governo e l’Italia intera. Faremo di tutto perché una cosa del genere non succeda mai più, affinché voi entrando nella vostra scuola pensiate solo ai compiti e allo studio, alle amicizie e allo sport.

Immagino vi siano dentro di voi sentimenti come dolore e rabbia: non abbiate paura di averli. Oggi sono naturali. Solo vi dico e vi chiedo di non cedere ad essi, pensando di essere soli. Non lo siete. Siete invece la parte più importante di una grande comunità sulla quale potete contare, a partire dai vostri insegnanti e dal personale che lavora nella scuola. Sulla forza e sulla saldezza di questa comunità che ha in voi il suo futuro potrete fare affidamento affinché domani questi sentimenti possano lasciare il posto alla speranza e alla fiducia. Speranza che il Paese nel quale vivete diventi sempre più a vostra misura e sempre meno ceda spazio a illegalità e violenza.

Noi sapremo unirci: voi potete contare su di noi. Nelle prossime ore e nei prossimi giorni lavorerò ad iniziative in questo senso. Vi dimostreremo che i terribili fatti di oggi sono un segno di debolezza e non di forza di chi li ha compiuti. Vedrete che non sarete lasciati soli.

A presto
Francesco Profumo

Ultimo aggiornamento ( sabato 19 maggio 2012 )
 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 Pross. > Fine >>

Risultati 121 - 124 di 129